ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Che cos'è la sindrome vagale: cause, cure e sintomi


Impariamo a conoscere la sindrome vagale

Si definisce sindrome vagale un disturbo che colpisce, appunto, il nervo vago; il cranio ha dodici coppie di nervi, quello vago è il decimo, si ramifica in due parti (destro e sinistro) ed è il nervo più lungo che abbiamo nel corpo umano (parte dal collo e arriva all'addome).
Il nervo vago ha un ruolo fondamentale nella regolazione di funzioni importanti come ad esempio quella gastrointestinale e la frequenza cardiaca.
In questo post tenteremo di capire da cosa è causata la sindrome vagale, quali sono i sintomi più comuni attraverso cui si manifesta e, soprattutto, quali sono le terapie attraverso cui è possibile trattare la sindrome vagale.

Cause della sindrome vagale

Come abbiamo detto in apertura di questo post la sindrome vagale è causata da un'alterazione del normale funzionamento del nervo vago; detto questo occorre precisare che quali siano poi le cause effettive di questa alterazione non è ancora dato saperlo con certezza.
Frequentemente si tende a ricondurre la sindrome vagale a problematiche correlate a stress ed ansia, quindi di carattere prettamente psicologico e che quindi, in quanto tali, non possono costituire una causa certe della sindrome vagale; quello che intendiamo dire è che, a parità di stress fra due persone, non è detto che entrambe sviluppino una sindrome vagale, in questo senso quindi l'ansia e lo stress possono essere causa di una sindrome vagale ma non è detto che tutti quelli che soffrono di ansia e stress arrivino a sviluppare questo tipo di disturbo.
Differente il discorso per le infiammazioni del nervo vago che possono invece certamente condurre ad una sindrome vagale.

Sintomi della sindrome vagale

Proprio in virtù di quanto fin qui detto e cioè che il nervo vago è uno dei più lunghi del nostro corpo i sintomi che la sindrome vagale può causare sono differenti perchè differenti sono gli organi (dal cuore all'intestino) sulla cui funzionalità incide direttamente il corretto funzionamento del nervo vago.
Detto questo vediamo quali sono i sintomi più comunemente attribuiti alla sindrome vagale.

  1. Nausea: nella sindrome vagale il sintomo della nausea compare soprattutto al mattino
  2. Crampi intestinali: sono accusati di frequente da persone affette da sindrome vagale
  3. Tachicardia: uno dei sintomi della sindrome vagale è proprio l'aumento della frequenza cardiaca (superiore ai 100 BPM)
  4. Nevralgie: frequenti nevralgie, cefalee e più genericamente mal di testa fra le persone affette da sindrome vagale
  5. Vertigini: è un altro sintomo piuttosto frequente
  6. Sincopi e svenimenti: sono fra i sintomi più pericolosi della sindrome vagale

Sindrome vagale: la diagnosi

A differenza di altre patologie che abbiamo affrontato in altri post la sindrome vagale trova uno strumento di diagnosi piuttosto preciso nel "tilt test"; molto semplicemente il tilt test consiste nel monitorare i battiti cardiaci e la pressione arteriosa del paziente sia in posizione supina sia in posizione eretta.
I dati ricavati da questo semplice test, unitamente all'analisi dei sintomi ed eventualmente con il supporto di un ECG permetteranno al medico di diagnosticare la presenza di una sindrome vagale

Come si cura la sindrome vagale

Come per tutte le patologie che possono avere origine psicologica la miglior cura possibile è quella di imparare a conoscere quali sono le situazioni che scatenano il malessere e imparare a governarle;
quindi anche per la sindrome vagale, che abbiamo detto essere spesso causata da stress e ansia, la prima cura consiste nel capire quali sono le situazioni che provocano l'acuirsi dei sintomi (nausea, vertigini, svenimenti, etc) ed imparare ad evitarle o comunque a gestirle.
Qualora la sindrome vagale finisca col causare disturbi cardiaci importanti il medico può decidere di adottare una terapia farmacologica o addirittura, nei casi più gravi, procedere con l'impianto di un pacemaker;
per ridurre alcuni sintomi dovuti a sindrome vagale nei casi di primo soccorso spesso vengono messe in atto manovre specifiche come ad esempio la manovra di Valsalva o il massaggio carotideo.

Hai trovato utile questo post sulla sindrome vagale?
Condividilo sui social network
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606