ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Obesità e bambini: pubblicati i dati di zoom8


bambini obesi

Per molti anni si è pensato che il problema dell'obesità non riguardasse la popolazione italiana e, soprattutto, si è erroneamente pensato che ne fossero particolarmente immuni i bambini;
tuttavia negli ultimi decenni si è assistito ad un preoccupante aumento delle persone in sovrappeso e tale dato risulta ancora più preoccupante se paragonato all'incremento che il problema dell'obesità ha avuto fra i bambini. Recentemente sono stati pubblicati sul rapporto Istisan dell'Istituto superio di sanità i dati di uno studio denominato zoom8 che ha monitorato 2193 famiglie (bambini e genitori) nelle regioni Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Marche, Lazio, Calabria e Sicilia;

i dati di questo studio riportano elementi di preoccupazione da non trascurare come ad esempio il fatto che solo il 26,8% dei bambini oggetto del monitoraggio ha l'abitudine di giocare per più di 2 ore all'aperto durante i giorni feriali (dato che sale al 62,4% se si considerano i festivi).
In compenso sale il numero di bambini che pratica almeno uno sport (73,6%) e quello di chi ne pratica un secondo (15,9%);
a questi dati incoraggianti se ne affiancano altri più preoccupanti come appunto il fatto che circa un bambino su quattro (ben il 26,4%) non pratica alcuno sport e che quasi uno su cinque (il 17,7%) trascorre mediamente più di due ore al giorno d'avanti la tv, percentuale che sale addirittura al 41% se prendiamo i giorni festivi che sono quelli in cui i bambini, liberi dagli impegni scolatici, hanno più tempo da dedicare ad attività ricreative.
Quasi inquietanti invece i dati che riguardano l'alimentazione, bassissimo infatti il consumo di legumi, frutta, verdura, pesce e latte, mentre, seppure in salita, il consumo di snack dolci e merendine non tocca le punte preoccupanti che si riscontrano invece in altri paesi occidentali;
tuttavia c'è poco da star tranquilli, il consumo di salumi ed insaccati risulta fra i più piccoli elevatissimo.
Più specificatamente i numeri dello studio dimostrano che solo il 13,1% dei bambini consuma verdura per più di un pasto al giorno (merende incluse), dato che cresce al 38,10% se parliamo di frutta;
parliamo quindi di un 62% circa di bambini italiani il cui consumo settimanale di frutta varia fra lo 0 assoluto e un massimo di 3 porzioni a settimana, quantitativi assolutamente insufficienti per un'alimentazione sana ed equilibrata.
Il 53,7% non consuma affatto legumi, il 25% non beve abitualmente latte, il 35% non consuma mai pesce fresco la stessa quota di bambini che invece consuma snack e biscotti per almeno una volta al giorno.
Il quadro rilevato da questo studio mostra un paese che, soprattutto fra i più giovani, sempre più si allontana dai dettami di quella dieta mediterranea che è comunemente considerata dalla comunità scientifica come un tocca sana per la salute e che per anni ha contribuito a tenere in forma ed in buona salute gli italiani.

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606