ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Giornata nazionale per la prevenzione del Parkinson


prevenzione parkinson

Il 24 novembre è la giornata nazionale dedicata alla prevenzione del Parkinson, manifestazione ormai giunta alla sua quarta edizione ed organizzata da Limpe e Dismov-Sin sotto l'alto Patronato del presidente della repubblica e il patrocinio del ministero della salute. La IV edizione della giornata dell'informazione sul Parkinson è inoltre inserita tra le manifestazioni organizzate in concomitanza con un altro evento, l'anno europeo dell'invecchiamento attivo, promosso appunto dalla comunità europea.

Questa malattia, che colpisce milioni di persone nel mondo, in Italia affligge oltre 200.000 mila individui e ne coinvolge direttamente milioni se nella stima consideriamo anche i parenti dei malati che devono accudirli.
La radice di questa giornata nazionale sta, come sempre, nella necessità di informare, oltre che sensibilizzare e sostenere la ricerca;
tanti infatti i falsi miti e i preconcetti che riguardano il Parkinson, come ad esempio quello che vuole questa malattia come tipica della terza età mentre non tutti sanno che il 10% dei malati ha meno di 40 anni di età.
Inoltre la malattia è ancora molto poco conosciuta al punto che una recente indagine dell'Eurisko ha dimostrato come quasi l'80% dei parenti di persone affette da Parkinson non solo non aveva la minima idea di quali fossero i sintomi della malattia.
Fondamentale nella lotta al Parkinson, come per qualunque altra malattia, è la ricerca che assume un ruolo ancora più importante in questo caso proprio perchè non esistono ancora farmaci capaci di dare un aiuto concreto a quei pazienti che si trovano in uno stato già avanzato della malattia;
ancora di più poi è fondamentale la ricerca per la prevenzione della malattia, capirla per combatterla meglio e perchè no, un domani, curarla.
La ricerca quindi si concentra sempre più sulla comprensione delle dinamiche genetiche che sottostanno all'insorgenza del Parkinson di modo da identificare quei biomarcatori che sono il primo segnale di rischio della malattia oltre che spiegare come mai per le donne, sebbene siano meno soggette al rischio rispetto agli uomini, siano però maggiori le probabilità di insorgenza di complicanze.
Fondamentale quindi per la prevenzione la raccolta fondi cui tutti possiamo partecipare attivamente con un semplice sms al numero 45596, da cellulare o rete fissa.

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606