ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

L'educazione alimentare come fattore di sostenibilità del sistema sanitario


educazione alimentare

L'educazione alimentare ha acquisito, ed acquisirà sempre più negli ultimi anni, un'importanza cruciale nella nostra società non solo per quella che è la prevenzione delle più comuni patologie, dal cancro al diabete, passando per le malattie cardiovascolari, ma anche per favorire un miglioramento delle condizioni di vita per le persone anziane e non un banale allungamento della vita media della popolazione.
ma il ruolo che l'educazione alimentare gioca non si limita solo a questo, ha anche una forte valenza politica ed economica; in un paese come l'Italia in cui sempre più si allunga la durata media della vita è impensabile che possa continuare ad essere sostenibile un sistema sanitario, seppure eccezionale come il nostro, pensato per offrire assistenza di qualità per tutta la popolazione.

Se vogliamo continuare ad avere uno dei sistemi di sanità pubblica migliori nel mondo, eh si, perchè il sistema sanitario nazionale da tutti noi così tanto vituperato rimane uno dei fiori all'occhiello dell'Italia ed è preso ad esempio da tantissimi paesi nel mondo, dobbiamo iniziare a pensare che ad un allungamento dell'età media deve corrispondere un proporzionale miglioramento delle condizioni di vita, il chè vuol dire meno malattie e più in là negli anni;
se continuiamo su questo trend, infatti, l'aumento della popolazione oltre i 50 anni, rapportato alla popolazione giovane del paese, che avrà bisogno di cure mediche anche costose per far fronte a patologie quali per esempio il diabete rappresenterà un costo che a un certo punto diventerà insostenibile!
L'educazione alimentare rappresenta quindi il modo migliore per fronteggiare e limitare i costi della sanità pubblica, tagliando il problema alla radice, una popolazione più sana si ottiene attraverso una maggiore informazione, attraverso una maggiore consapevolezza, attraverso un'opera di educazione alimentare che renda tutti assolutamente consapevoli che una dieta sana ed equilibrata è fondamentale per la propria salute;
questo nel tempo si tradurrà in meno ricoveri ospedalieri, meno operazioni (ad esempio di cardiochirurgia), meno cicli di chemio, meno spese per i farmaci, e così via.
Se questo non avverrà è facile già ora ipotizzare un paese con una sempre più forte domanda di salute a cui non corrisponderanno risorse economiche sufficienti per farvi fronte, il che si tradurrà in una progressiva privatizzazione del sistema sanitario nazionale fino a che, ad un certo punto, non sarà possibile andare avanti senza creare un sistema assicurativo complementare che copra quelle spese, particolarmente onerose, relative alla salute;
di lì a pochi anni assisteremo alla morte del nostro sistema sanitario nazionale così come lo conosciamo oggi, che, seppure non sarà perfetto, ha saputo comunque far fronte in mezzo a continui tagli e difficoltà alle necessità della popolazione.
Al problema di sostenibilità economica che la salute pubblica oggi pone prepotentemente, esiste una sola risposta, oltre i tagli dei posti letto, oltre gli accorpamenti degli ospedali, oltre alle cliniche private, la risposta al problema deve essere radicale, potente, deve essere in grado di risolvere il problema alla radice;
non tagli e risparmi, ma educazione alimentare per ridurre i costi della sanità pubblica in Italia.

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606