ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Sintomi dell’ischemia: ecco come riconoscerli

sintomi ischemia

Riconoscere tempestivamente i sintomi di un’ischemia può essere fondamentale per ridurre i danni di questo genere di disturbo; l’ischemia è infatti una condizione particolarmente pericolosa, che può risultare letale a maggior ragione se si tendono a sottovalutare i sintomi attraverso cui questo disturbo si palesa. Prima di vedere più da vicino quali sono i sintomi di un’ischemia non mancheremo ovviamente di provare a definire meglio cosa sia questo disturbo e quali sono le più frequenti cause di un’ischemia

Ischemia: sintomi ed informazioni generali

Si definisce ischemia una condizione in cui un determinato organo del nostro organismo veda cessare completamente l’afflusso di sangue; già solo da questo si dovrebbe dedurre che l’ischemia è un disturbo assolutamente pericoloso che presenta infatti un elevato tasso di mortalità. Le cause dell’ischemia possono essere molteplici (anche in virtù dell’organo che viene coinvolto) su tutte citiamo quelle che sono le più frequenti e quindi l’ipopressione (cioè la pressione bassaI), la vasocostrizione (cioè la riduzione del diametro delle arterie) e l’aterosclerosi. Detto questo andiamo a vedere nel dettaglio quali sono i sintomi più comuni attraverso cui si manifesta il rischio di ischemia

I sintomi dell’ischemia

Come abbiamo già avuto modo di accennare è particolarmente importante saper riconoscere i sintomi di un’ischemia perché si tratta di una patologia particolarmente pericolosa e riconoscerla tempestivamente può realmente fare la differenza; per cui non dilunghiamoci oltre e proviamo a capire insieme come fare a riconoscere questo tipo di disturbo

Formicolii

La presenza di formicolii (per esempio agli arti) è certamente un sintomo di una insufficiente affluenza di sangue, in questo senso, quindi, tra i sintomi di un’ischemia compaiono anche i formicolii che, seppure potrebbero avere cause completamente differenti da un’ischemia, se si dovessero presentare insieme agli altri sintomi che stiamo per descrivere non dovrebbero mai essere presi sotto gamba

Spasmi

Sempre a causa dell’insufficiente affluenza di sangue si possono manifestare i così detti spasmi ischemici, che sono uno di quei sintomi la cui presenza ci dovrebbe immediatamente allertare e farci correre dal medico

Brividi

I primi sintomi di un’ischemia, che si manifestano già qualche giorno prima dell’attacco vero e proprio, possono essere facilmente trascurati, come abbiamo sin qui visto, oltre ai formicolii e agli spasmi un altro sintomo dell’ischemia sono i brividi di freddo che, almeno per quanto fin qui detto, potrebbero essere imputati a disturbi ben più banali di un’ischemia

Svenimenti

Man mano che il tempo passa però il quadro dei sintomi peggiora, se quelli fin qui descritti potevano essere facilmente presi sotto gamba, così non è per gli svenimenti che devono costituire un campanello immediato d’allarme; chi dovesse riconoscersi in questo genere di sintomi farebbe bene a spegnere il computer e recarsi immediatamente dal proprio medico di fiducia

Cianosi

In realtà l’uso del termine cianosi è scorretto, dal momento che con questo termine si indica un mancato afflusso di ossigeno ai tessuti, mentre nel caso dell’ischemia, come accennato il deficit non riguarda l’ossigeno soltanto ma proprio il sangue; tuttavia i tessuti colpiti mostrano comunque una colorazione bluastra tipicamente associata a cianosi, senza quindi perderci in dettagli e tecnicismi segnaliamo come i tessuti, in presenza di un possibile attacco ischemico, tendano ad apparire cianotici, assumono cioè una caratteristica colorazione bluastra

Mal di testa

Sintomi come le cefalee, le vertigini e la difficoltà a deambulare sono tipici delle ischemie celebrali che sono anche tra le più pericolose; ovviamente tutti i sintomi fin qui descritti se presi singolarmente possono essere ragionevolmente imputati a disturbi di minore entità, nel caso però dovessero comparire tutti insieme allora il rischio ischemico non può e non deve essere trascurato, per cui meglio rivolgersi immediatamente al medico

Difficoltà a parlare

Un altro sintomo che non può in alcun modo essere sottovalutato quando parliamo di rischio ischemico è il deficit del linguaggio, cioè le difficoltà di vario tipo ed entità che si manifestano quando si tenta di parlare; anche in questo caso si tratta di un sintomo estremamente rilevante che non deve essere mai banalizzato. In questi casi la sola cosa intelligente da fare è contattare il proprio medico

I sintomi dell'ischemia: conclusioni

L'ischemia è una patologia causata da una mancata, o insufficiente, affluenza di sangue a un determinato organo del nostro organismo; si tratta di un disturbo abbastanza grave che si rivela spesso letale se non trattato per tempo. Per questo motivo imparare a riconoscere i sintomi di un attacco ischemico può realmente fare la differenza, anche perchè come abbiamo visto mentre alcuni sintomi dell'ischemia possono facilmente passare inosservati ve ne sono degli altri che devono invece costituire un vero e proprio campanello di allarme nel momento in cui si manifestano

Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606