Zorbing: anche l’Italia scopre le zorbing ball


Zorbing: anche l’Italia scopre le zorbing ballLo zorbing è probabilmente il meno noto di tutti gli sport estremi, anche se forse inserirlo nella categoria degli sport estremi è un po’ una forzatura, abbiamo deciso di inaugurare questa nuova categoria su unadieta.it parlando dello zorbing perché se non sarà poi in definitiva così estremo è certamente il più buffo e divertente di tutti gli sport. Nei prossimi paragrafi tenteremo quindi di capire che coss’è lo zorbing, qual è la sua storia, quando è arrivato nel nostro paese, quanto costa fare zorbing e daremo quante più informazioni possibile a chi volesse provare ad accostarsi a questo sport estremo ma non troppo

Che cos’è lo zorbing

Lo zorbing è molto semplicemente uno sport che consiste nel rotolare chiusi all’interno di una grossa palla (generalmente di plastica); se la pratica dello zorbing in piano può essere considerata grosso modo accessibile a tutti questo sport, come vedremo in uno dei prossimi paragrafi, nasce per essere praticato in collina. Cavalcare la zorb ball (così si chiama la sfera all’interno della quale si è rinchiusi quando si pratica lo zorbing) in presenza di pendii ripidi può rivelarsi non solo molto divertente ma anche abbastanza pericoloso. Anche se questo sport sembra tutto fuorché estremo in realtà gli incidenti con lo zorbing non sono eventi poi così rari, chi si trovasse quindi alle prime armi con lo zorbing farebbe bene a procedere con cautela dal momento che, come vedremo più avanti, gli incidenti di zorbing possono avere conseguenze anche letali.

Zorbing: informazioni generali

Adesso che abbiamo capito meglio che cos’è lo zorbing possiamo entrare nel vivo del nostro post e imparare qualcosa di più su questo sport, come ad esempio quando e dove è nato, quali sono le varie tecniche con cui viene praticato, di cosa abbiamo bisogno di fare zorbing e tante altre informazioni utili per chi dovesse essere stuzzicato dall’idea di fare zorbing

  1. Zorbing: storia ed origini di questo sport estremo

    Lo zorbing nasce in Nuova Zelanda nel lontano 1994 ad opera di due fratelli David e Andrew Akers; a ben pensarci lo zorbing pare proprio una di quelle idee “malate” che solo due fratelli in preda a una noia insopprimibile potrebbero partorire. Il mondo è pieno di fratelli che, per ammazzare il tempo, si sono inventati i giochi e gli sport più improponibili, nel caso dei fratelli Akers la cosa è andata oltre, lo zorbing ha infatti abbandonato molto presto la lontana Nuova Zelanda per diffondersi abbastanza velocemente in Inghilterra e da qui agli Usa, all’Europa e al resto del mondo tanto che oggi lo zorbing è uno degli sport estremi in più forte ascesa
  2. Lo zorbing in Italia

    Sebbene non sia ancora così diffuso o noto come in altri paesi anche in Italia lo zorbing ha iniziato a diffondersi e viene praticato ogni hanno da un numero maggiore di persone; ovviamente perché un’attività del genere possa diffondersi è necessario che nascano strutture adeguate (i così detti parchi zorbing) dove la gente possa praticare questo sport e magari noleggiare la zorb boll senza necessariamente doverla comprare. Nel nostro paese sono già presenti diverse strutture presso le quali è possibile fare zorbing, ma non sono ancora capillarmente diffuse su tutto il territorio nazionale, perché questo avvenga sarà necessario probabilmente ancora qualche anno.
  3. Zorbing: tecniche e variazioni

    Principalmente lo zorbing può essere praticato in due differenti modi, con o senza imbracature (distinguiamo quindi il dry zorbing dal wet zorbing); come accennato in uno dei paragrafi fare zorbing può essere un’esperienza profondamente diversa a seconda che la si faccia su un terreno in piano o in pendenza, un po’ come avviene per lo sci (giusto per fare un esempio), mentre tutto sommato per fare fondo (ovviamente per puro svago e senza ambizioni agonistiche di alcun tipo) non serve una grandissima preparazione, andare in discesa senza esserne capaci può rivelarsi estremamente pericoloso.
  4. Che tipo di preparazione serve per fare zorbing

    Come accennato nel paragrafo precedente per fare zorbing non serve una grande preparazione ma certamente potrà essere utile una certa consapevolezza dei propri limiti; in ogni caso per chi fosse alle prime armi con questo sport meglio iniziare dai terreni in piano, posto che esistono degli istruttori e si possono frequentare dei corsi di modo da poter fare zorbing in assoluta sicurezza. Oltre al fatto di essere alle prime armi vale per lo zorbing ciò che vale per qualunque altra attività sportiva, per cui se sei una persona che ha una vita sedentaria e non è abituata a fare sport meglio andarci particolarmente cauti all’inizio, se invece sei un iron man che si lancia col paracadute ogni settimana, pratica il triathlon a livello agonistico e solleva un tir con la mano sinistra mentre con la destra si gratta il naso, beh, allora non c’è sicuramente bisogno che sia io a spiegarti come comportarti nel momento in cui ti trovi rinchiuso in una palla di plastica gigante che rotola giù da una collina: “prova a rimanere in piedi e tenta di arrivare giù tutto intero”
  5. Attrezzatura per zorbing: quanto costa e dove comprarla

    Per praticare zorbing non serve alcuna attrezzatura, ti basterà recarti in uno dei vari parchi zorbing (ce ne sono alcuni anche in Italia) e potrai iniziare subito a fare zorbing (un po’ come avviene con le piste di go kart); la palla da zorbing ha infatti un costo non indifferente, dipende molto dalle dimensioni e dal tipo, in linea di massima il prezzo al dettaglio si aggira intorno ai 1000€ ma è possibile ottenere sconti anche importanti acquistando più pezzi contemporaneamente, su internet puoi trovare diversi siti che hanno in vendita palle da zorbing a partire da cifre inferiori ai 500€ per acquisti superiori a un certo numero di pezzi. Come vedi creare un parco zorbing non rappresenta una spesa esorbitante ovviamente a patto che tu sia già in possesso del terreno e degli spazi idonei in cui avviare questo tipo di attività.

Quanto costa fare zorbing

Fare zorbing non è una pratica particolarmente onerose ma non è nemmeno esattamente accessibile, mediamente un giro di una mezz’ora su una palla da zorbing presso una delle strutture italiane può costare sui 20/30€; dato che però tanta gente si muove da molti km di distanza vista la scarsità di strutture spesso fare zorbing significa organizzare un bel weekend fuori porta, in cui divertirsi con i propri amici (e la propria famiglia) a prezzi che sono tutto sommato abbordabili. Ma anche per chi ha la fortuna di avere una struttura vicino casa è improbabile possa accontentarsi di un giro solamente, lo zorbing è uno sport davvero divertente e il tempo quando sei chiuso in quella palla vola via che è una bellezza

Zorbing: accortezze e controindicazioni

Anche se lo zorbing sembra uno sport buffo e innocuo gli incidenti possono capitare, il più delle volte in questi casi ce la si cava con una distorsione o, alla peggio, con una frattura; tuttavia negli ultimi anni ci sono anche stati degli incidenti che hanno avuto esito letale. Per evitare di farsi male e di correre inutili pericoli è sempre bene avere presenti i propri limiti e non strafare, vale per lo zorbing come per qualunque altro sport, meglio andarci piano all’inizio, lo zorbing può apparire innocuo ma è tutt’altro che così

Zorbing: un po’ di numeri per capire il fenomeno

Anche se si tratta di uno sport relativamente giovane (è nato come detto nel 1994 quindi ormai ha quasi vent’anni) lo zorbing è già finito tre volte nel guiness dei primati (a partire dal 2006) per la cavalcata più lunga mai fatta in zorbing (ben 570 metri percorsi), quella più veloce (che ha toccato una velocità di ben 52km orari, che per essere una palla di plastica non è niente male) e per i cento metri percorsi in zorbing nel minor tempo di sempre (26.59 secondi, insomma, non esattamente bolt, ma certamente più veloce di mio zio quando guida la sua utilitaria). Lo zorbing è quindi uno sport che in appena 20 anni ha saputo affascinare un po’ tutti nel mondo, ha fatto nascere un vero e proprio business con i parchi da zorbing e saprà certamente crescere ancora di più nei prossimi anni affascinando un pubblico sempre più amplio

Zorbing: conclusioni

Lo zorbing è uno sport estremo relativamente giovane, è nato solo nel 1994, che a differenza di altre discipline può essere praticato grosso modo da tutti senza grandi controindicazioni; dato che questo sport si propone di toccare velocità sempre più alte con la palla da zorbing è abbastanza normale che possano capitare degli incidenti (e ve ne sono stati alcuni anche mortali) tuttavia basterà non strafare ed evitare i percorsi più impegnativi (quelli cioè con un pendio particolarmente pronunciato) per trasformare lo zorbing in uno sport assolutamente sicuro, divertente e perché no, adatto anche ai bambini.

Hai trovato utile questo post sullo zorbing?
Condividilo sui social network

EFFETTUA LA TUA RICERCA

Sei qui
CATEGORIA FITNESS
Condividi sui social Condividi su facebook Condividi su google plus
Feed Rss categoria fitness
FEED RSS FITNESS
Segnala un errore Diventa partner unadieta.it
indice di massa corporea Vai

IL TUO INDICE DI MASSA CORPOREA

IL TUO PESO ESPRESSO IN KG
LA TUA ALTEZZA ESPRESSA IN CM
IMC (Indice di Massa Corporea)
rischio

< 18.5 SOTTOPESO

OK

TRA 18.5 E 24.9 NORMOPESO

pericolo

> 30 OBESO

rischio

TRA 25 E 29.9 SOVRAPPESO

Visita la nostra community dedicata al fitness Torna in home Stampa Torna indietro Contatti Informazioni Torna su