Bungee jumping: il più accessibile degli sport estremi


Bungee jumping: il più accessibile degli sport estremiIl Bungee jumping, oltre ad essere tra gli sport estremi più famosi è anche tra quelli più accessibili; per fare Bungee jumping, come vedremo meglio nei prossimi paragrafi, non serve infatti una grande preparazione, è quindi un’attività che non presenta grosse controindicazioni. In questo post tenteremo di capire insieme che cos’è il Bungee jumping, come nasce, quale attrezzatura serve per praticarlo e tenteremo di dare molte altre informazioni utili a coloro che volessero conoscere meglio il mondo del Bungee jumping

Che cos’è il Bungee jumping

Il Bungee jumping, come il nome stesso suggerisce, è uno sport che consiste nel lanciarsi da una certa altezza agganciati ad un elastico; anche se tante persone ancora oggi non riescono a concepire uno sport di questo tipo e non salterebbero da un ponte nemmeno se le pagassero, nel mondo ci sono milioni di appassionati di bungee jumping pronti a pagare (e neanche poco come vedremo in uno dei prossimi paragrafi) per farsi legare un elastico alle caviglie e saltare giù da un ponte, una torre, un cavalcavia o qualunque altra struttura consenta il salto con l’elastico.

Bungee jumping: informazioni generali

Per quanto riguarda il Bungee jumping il salto più alto esistente al mondo si trova in Cina, dove è possibile lanciarsi da un’altezza di 233 metri; gli appassionati italiani di Bungee jumping possono invece più agevolmente consolarsi col secondo salto più alto al mondo che si trova in Svizzera, a Locarno, e che consente di saltare da un’altezza di 220 metri. Infine, per gli italiani che proprio non volessero saperne di emigrare in Svizzera per praticare il loro sport estremo preferito, il salto più alto di Bungee jumping in Italia è a Vicenza, dal ponte Valgadena, situato a un’altezza di soli (si fa per dire) 173 metri

  1. Bungee jumping: storia ed origini di questo sport

    Saltare da grandi altezze su una massa d’acqua è stato (e in alcuni posti lo è ancora oggi) presso molte popolazioni una sorta di rito di iniziazione; il bungee jumping si ispira a un rito in uso tra le popolazioni che abitavano le Nuove Ebridi (un complesso di isole a largo del pacifico), e vide nascere negli usa l’abitudine di saltare da grandi altezze usando un elastico di caucciù. Era l’inizio degli anni ’70 e questa pratica più che un vero e proprio sport era più che altro una sorta di follia per temerari; i primi salti erano considerati illegali e l’utilizzo di attrezzatura non sempre consona ne fece finire diversi in tragedia. Fortunatamente al giorno d’oggi è in uso un’attrezzatura più adeguata che ha permesso di praticare questo sport in assoluta sicurezza favorendo la diffusione del Bungee jumping fra sempre più persone
  2. Dove praticare Bungee jumping in Italia

    Il nostro paese non è particolarmente ricco di posti per praticare il bungee jumping, tuttavia questo sport ha ormai un discreto successo in Italia e questo ha visto nascere diversi centri che offrono la possibilità di lanciarsi da mongolfiere e elicotteri rendendo quindi questo sport praticabile praticamente ovunque. Il primo bungee jumping center nato in Italia (che si trova a Biella) è stato tra i pionieri in Europa del lancio da elicottero, riuscendo per la prima volta nel nostro continente ad organizzare ben 40 lancia da elicottero (nel 2008, sul lago Maggiore)
  3. Che tipo di preparazione serve per praticare Bungee jumping

    Per praticare bungee jumping non serve alcuna preparazione particolare, non è richiesto nemmeno di seguire preventivamente un corso, dal momento che per lanciarsi nel vuoto con un elastico legato alle caviglie non serve alcuna attitudine particolare se non, forse, un briciolo di incoscienza. Ovviamente questo non vuol dire che non esistano alcune precauzioni e controindicazioni per praticare il bungee jumping, ma avremo modo di approfondire meglio questo aspetto in uno dei prossimi paragrafi.
  4. Attrezzatura per fare Bungee jumping

    Posto che normalmente gli appassionati di bungee jumping non sono proprietari dell’attrezzatura ma utilizzano quella di chi ha organizzato il salto (si tratta quindi di una specie di noleggio) l’attrezzatura per il bungee jumping si compone essenzialmente di tre strumenti: l’elastico, la corda e l’imbracatura. L’elastico viene normalmente fissato alla cavigliera e se tutto funziona come si deve elastico e cavigliera sono i soli strumenti utilizzati durante il bungee jumping; dal momento però che esiste sempre l’eventualità (per quanto remota) che l’elastico possa spezzarsi ecco che a quest’attrezzatura si aggiunge un’imbracatura da alpinismo (che abbraccia il torace) e una corda (sempre da alpinismo) ad alta resistenza alla trazione. In questo modo se pure l’elastico dovesse rompersi abbiamo la certezza che l’imbracatura e la corda di sicurezza ci impediranno di spiaccicarci sul terreno sottostante il che, inutile a dirsi, è una gran bella tranquillità per chi pratica bungee jumping
  5. Quanto costa praticare Bungee jumping

    Mediamente il costo di un salto con l’elastico si aggira intorno alle 100€; il costo può variare sensibilmente però in base al tipo di salto ma anche alla quantità di salti acquistati; normalmente chi va a fare bungee jumping decide di acquistare anche due o tre salti, tipicamente quindi il primo salto costa sempre di più, i successivi godono di sconti anche importanti. Molti centri per il bungee jumping offrono sconti e promozioni per chi si avvicina per la prima volta a questo sport, sui siti di coupon (ad esempio) si trovano periodicamente delle ottime offerte che permettono di risparmiare anche oltre il 60% rispetto al prezzo intero di un salto.

Bungee jumping: accortezze, precauzioni e controindicazioni

Anche se fino a questo momento abbiamo ripetuto che il bungee jumping è uno degli sport estremi più accessibili questo non vuol dire che non abbia le sue controindicazioni; è sempre quindi opportuno rivolgersi al proprio medico di fiducia per un certificato di sana e robusta costituzione. Inoltre il bungee jumping deve essere evitato da tutte quelle persone con problemi cardio-circolatori, muscolo-scheletrici, disturbi vestibolari (vertigini), oftalmici (miopia grave, glaucoma, etc) e psicologici; il bungee jumping è inoltre inadatto alle donne in gravidanza e non deve essere praticato da persone sotto l’effetto di alcool o droghe. Come puoi capire, quindi, il bungee jumping è si uno sport estremo molto accessibile ma richiede comunque un buono stato di salute per poter essere praticato

Diffusione del Bungee jumping in Italia e in Europa

Il bungee jumping è uno sport estremamente diffuso sia in Italia che in Europa, ma anche nel resto del mondo; in linea di massima tutti gli sport estremi stanno riscuotendo negli ultimi anni un buon successo, avvicinando sempre più persone e aumentando il proprio pubblico di curiosi e appassionati; questo successo, che è comune a quasi tutti gli sport estremi, risulta ancora più netto quando si parla di bungee jumping. Anche il paracadutismo, per fare un esempio, attira sempre più appassionati, ma comunque in misura ridotta rispetto a quanto non accada per il salto con l’elastico; probabilmente a favorire la diffusione del bungee jumping sono stati più fattori, primo tra tutti il costo più accessibile rispetto a tanti altri sport estremi, la facilità di esecuzione (che non richiede alcuna preparazione atletica) e la possibilità di saltare praticamente quasi in ogni provincia italiana hanno contribuito molto alla diffusione di questo sport nel nostro paese

Bungee jumping e bambini

Il bungee jumping non è uno sport adatto ai bambini, l’età minima per saltare con l’elastico è di 14 anni e richiede, come per qualunque altra cosa riguardi un ragazzo minorenne, l’autorizzazione scritta e firmata dei genitori. Per il resto vale quanto fin qui detto, i soggetti in buone condizioni fisiche, senza problemi di salute, possono saltare in assoluta tranquillità a patto che siano maggiori di 14 anni e, per i minori di anni 18, che presentino un’autorizzazione scritta e firmata dai loro genitori

Bungee jumping: conclusioni

Il bungee jumping è uno sport tanto semplice quanto esaltante, consiste nel saltare da una certa altezza essendo legati per le caviglie a un elastico; agli albori di questo sport gli incidenti erano abbastanza frequenti sia perché non esisteva inizialmente un’attrezzatura consona alla pratica del bungee jumping sia perché mancavano dei meccanismi di sicurezza. Oggi gli elastici sono prodotti ad hoc per il bungee jumping e vengono testati appositamente per rispondere alle esigenze di chi pratica questo sport, inoltre sono stati introdotti meccanismi di sicurezza (corda e imbracatura) mutuati dall’alpinismo che rendono il bungee jumping uno degli sport estremi più sicuri da praticare al giorno d’oggi

Hai trovato utile questo post sul Bungee jumping?
Condividilo sui social network

EFFETTUA LA TUA RICERCA

Sei qui
CATEGORIA FITNESS
Condividi sui social Condividi su facebook Condividi su google plus
Feed Rss categoria fitness
FEED RSS FITNESS
Segnala un errore Diventa partner unadieta.it
indice di massa corporea Vai

IL TUO INDICE DI MASSA CORPOREA

IL TUO PESO ESPRESSO IN KG
LA TUA ALTEZZA ESPRESSA IN CM
IMC (Indice di Massa Corporea)
rischio

< 18.5 SOTTOPESO

OK

TRA 18.5 E 24.9 NORMOPESO

pericolo

> 30 OBESO

rischio

TRA 25 E 29.9 SOVRAPPESO

Visita la nostra community dedicata al fitness Torna in home Stampa Torna indietro Contatti Informazioni Torna su