ALIMENTAZIONE
FITNESS
SALUTE
WELLNESS
FOOD

Cardiofitness: allenamento e salute


Allenamento cardiofitnessUna delle maggiori difficoltà che incontra chi decida di avvicinarsi per la prima volta al fitness sta nella scelta del metodo di allenamento;
continua quindi in questo senso il nostro impegno, per quel che riguarda il fitness come per tutti gli altri argomenti trattati da Unadieta.It, nel tentare di darvi tutte le informazioni che possono esservi utili per decidere consapevolmenta quello che è meglio per voi.
In questo post tenteremo quindi di capire meglio cos'è il cardiofitness, quali attività prevede e quali benefici può apportare alla persona in fatto di salute e benessere psico-fisico.

Cosa vuol dire cardio fitness

Come sempre facciamo quando approcciamo un argomento per la prima volta partiamo col dare una definizione il più semplice possibile di cosa voglia dire cardiofitness;
per cardiofitness, molto semplicemente, si intende quel complesso di esercizi che ci aiutano a mantenere in salute e in perfetta efficienza il nostro sistema cardiorespiratorio, i nostri polmoni quindi e il nostro cuore, che altro non sono che il motore stesso del nostro corpo.
Praticare cardiofitness, quindi, significa praticare quegli esercizi che sono in grado di aumentare la nostra resistenza alla fatica e di migliorare le funzioni respiratorie e cardiocircolatorie.

Cardiofitness: gli strumenti più utilizzati

Al fine di ottenere i migliori risultati possibili dalla pratica del cardiofitness è indispensabile utilizzare degli strumenti adeguati a questo scopo;
fondamentalmente il cardiofitness tende a simulare quel complesso di movimenti tipici della quotidianità di ognuno di noi, quali ad esempio correre e camminare.
Per questo motivo nella pratica del cardiofitness si utlizzano degli strumenti, di cui sono dotate tutte le palestre, utili non solo per l'allenamento in se stesso ma anche per il monitoraggio della prestazione;
vediamo più nello specifico di quali strumenti stiamo parlando:

  1. Cyclette
  2. Tapis roulant
  3. Step

Tuttavia il cardiofitness prevede anche esercizi a corpo libero e, a parte i vari attrezzi che possiamo utilizzare per svolgere l'allenamento il vero re degli strumenti per il cardiofitness è il cardiofrequenzimetro che serve appunto a rilevare il battito cardiaco per monitorare lo sforzo;
durante la seduta di allenamento la frequenza cardiaca deve mantenersi all'interno di una forbice ottimale, uno sforzo inferiore o superiore infatti può vanificare interamente i benefici dell'allenamento o addirittura rivelarsi dannoso per la salute della persona.

Cardiofitness: misurazione dello sforzo e intervalli ottimali

Il cardiofitness si rivela assolutamente efficace nel migliorare lo stato di salute della persona solo se la frequenza cardiaca durante la seduta di allenamento si mantiene dentro un intervallo ottimale che è fra il 60% e il 75% della frequenza cardiaca massima, che varia di persona in persona in base a diversi fattori ma che può essere calcolata orientativamente con la seguente formula:
Frequenza cardiaca max= 220 - età della persona.
Di conseguenza una persona di 30 anni ha una frequenza cardiaca massima di 190, durante l'allenamento il battito cardiaco dovrà mantenersi fra i 114 e i 140 battiti al minuto, sopra i 140 battiti infatti il cuore è troppo stressato, mentre al di sotto è come se non ci si stesse allenando.
E' importante ricordare che la frequenza cardiaca ottimale è proprio quella che permette un maggior consumo dei grassi, favorendo quindi il dimagrimento ed accellerando il metabolismo.
Oltre alla frequenza cardiaca un altro valore da tenere sotto controllo è la durata degli allenamenti che normalmente non dovrebbero protrarsi oltre i 30 minuti, questo proprio perchè la finalità del cardiofitness è quella di migliorare il funzionamento del sistema cardiorespiratorio.

Hai trovato interessante questo post sul cardiofitness?
Condividilo sui social network!
Unadieta.It © 2016 Tutti i diritti riservati | PIva 02992130738 | REA TA184606